GIANNI VERSACE - Giacca in cotone ecru - Discreto stato
GIANNI VERSACE - Giacca in cotone ecru - Discreto stato

GIANNI VERSACE – Giacca in cotone ecru – Discreto stato

by Cinzia

 390,00  69,00

==> Giacca vintage anni ’70 in cotone ecru con rifiniture in cotone bianco. Chiusura frontale con bottoni nascosti e l’ultimo bottone in alto in metallo colore dorato. Senza fodera. Leggero ingiallimento del bianco all’interno del collo visibile dopo un controllo approfondito. Sull’etichetta taglia 46/IT con misure: spalla 46 cm., torace 57 cm., lunghezza 68 cm., manica 61 cm.

==> Vintage 70s ecru cotton jacket with white cotton trim. Front closure with hidden buttons and the last top button in gold-colored metal. Without lining. Slight yellowing of the white inside the neck visible after a thorough check. On the label size 46 / IT with measures: shoulder 46 cm., Chest 57 cm., Length 68 cm., Sleeve 61 cm.

Available: 1 disponibili

GIANNI VERSACE – Giacca in cotone ecru – Discreto stato

Discreto stato – Articolo d’occasione in stato discreto è un articolo portato frequentemente o un articolo vintage che presenta qualche segno o traccia è stato indossato spesso e presenta evidenti segni d’uso o piccoli difetti che possono essere accettati.

L’articolo viene rifiutato se presenta strappi, aloni, maglia infeltrita o cattivo stato generale.

GIANNI VERSACE – Giacca in cotone ecru – Discreto stato – Vintage

Informazioni aggiuntive

color

Ecru

materiale

size

L

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “GIANNI VERSACE – Giacca in cotone ecru – Discreto stato”

Cinzia

Vintage expert - simbolo di un’epoca, di gusto sorpassato e démodé? Secondo il Vocabolario Treccani, la parola vintage deriva dal francese vendenge (vendemmia), che a sua volta viene dal termine latino vindemia e, infatti, questo termine si utilizza in enologia per identificare in modo generico i vini d’annata di pregio. Per estensione del termine, vintage può essere usato anche per descrivere prodotti diversi dal vino: automobili, oggetti, capi di vestiario, bigiotteria, oggetti di arredamento, ecc. Ma…Cosa devono avere tutte queste cose per poter essere giudicate vintage e non essere, semplicemente, vecchie? Gli oggetti vintage, per poter essere considerati tali, devono avere due requisiti principali:  - Devono essere d’epoca, di gusto sorpassato e démodé, per alcuni non possono avere meno di 20 anni. Per esempio, secondo questa norma, visto che siamo nel 2013, se un’auto è del 1995 non è vintage, ma se fosse del 1992, sì! Così i nostri figli potranno definire vintage ciò che per noi oggi è all’ultimo grido e, allo stesso modo, tutto ciò che ci circonda oggi, potrebbe diventare vintage domani!  -  Devono evocare periodi remoti, testimoniare lo stile di un certo periodo, devono essere oggetti, modi di essere e di pensare che sono stati il simbolo di un’epoca, sono diventati un cult e si considerano irripetibili per le loro qualità: disegno, colore, forma, materiali impiegati…In poche parole, tutto ciò che ricordiamo del passato, che non è stato dimenticato e che è rimasto unico nel suo genere, è vintage........ .....e io me ne intendo......